Quando ci hanno chiesto di raccontare la nostra esperienza all’hotel Ancora a Cattolica, abbiamo accettato più che volentieri.

Per noi non ci sono dubbi: torniamo tutti gli anni. Certo, facciamo anche qualche altro viaggio, ma questo non si tocca!

Ormai da tempo, ”settimana al mare” a Cattolica significa andare a trovare una nostra seconda famiglia.

Significa sentirsi bene, in un` oasi dove tutto ha il sapore della tradizione, della gestione famigliare di una volta.

Gli occhi vivaci e luminosi di Filippo e Federica fanno la differenza e portano entusiasmo ed energia con questa terza generazione di albergatori.

All’hotel Ancora, tutto è semplice:

le stanze hanno tutto ciò che serve ad una vacanza per famiglie; ci sono piscina e idromassaggio per la gioia di grandi e bambini; c’è l’animazione ma non è quella invasiva e prepotente; siamo a veramente pochi metri dal mare e siamo in centro senza essere nella zona più viva e chiassosa. E, a mio marito, fa molto piacere avere un parcheggio adiacente l’hotel coperto e sicuro.

Ci sentiamo sempre valorizzati, conoscono tutte le nostre esigenze, e il rapporto con lo staff è ormai “amicizia”.

Ma, come mamma, non posso non raccontare quello che è il servizio ristorazione.

Quando mia figlia era piccola, in pieno svezzamento, avevo il passato di verdura ogni giorno fresco e sceglievo le verdure che volevo! Sì, perché all’hotel Ancora c’è proprio questa premura. E per il mio cucciolo più grande, che aveva anche lui ampia libertà di scelta gastronomica, era possibile anticipare l’orario del pranzo e della cena, così io e mio marito potevamo mangiare con tranquillità, perché, s’intende, la vacanza è tale anche per noi!

Bhe, la cucina è semplicemente fantastica. La scelta di menù di carne o pesce, il buffet che ha sempre qualcosa di tipico, gli orari flessibili per la seduta al tavolo, la possibilità di cambiare qualcosa semplicemente segnalandolo il giorno prima: tutto è facile all’hotel Ancora.

Ma quando vi parliamo di cura del soggiorno, dobbiamo segnalarvi particolari unici della loro ospitalità.

Filippo, con Bussolo, un pullmino Volkswagen “vintage” ma in grande forma (che, tra l’altro, fa impazzire i miei figli), organizza ogni settimana tre escursioni: l’acquario di Cattolica, i falchi di Gradara, la gita in barca a Fiorenzuola, nel parco naturale del San Bartolo.
Quindi, ad occhi chiusi, hai la vacanza al mare con inclusa l’esplorazione del territorio circostante in loro compagnia.

E cosa succede quando si fanno queste attività? Si fa amicizia con gli altri ospiti, perché in Romagna, ma soprattutto dove si vive questa dimensione dell’ospitalità, si apprezzano le relazioni. Perché, alla fine, è questo che rende speciale le esperienze: la sensazione che regala un sorriso, la cortesia, la piacevolezza di una chiacchierata.

Infatti, succede ogni anno: ci diamo appuntamento per l’anno venturo.

Sono i nostri compagni di avventura a Cattolica, conosciuti all’hotel Ancora, che rivediamo volentieri anno dopo anno per passare del tempo spensierato insieme. La famiglia con cui abbiamo stretto amicizia preferisce però l’indipendenza che regala il residence (hanno un cane e tre figli piccoli)!

La lavatrice all’interno dell’appartamento è sicuramente una bella opportunità in queste situaioni. Spesso ordinano i pasti in hotel ma poi li consumano insieme al residence. A volte invece pranzano in hotel, vicino a noi! Il loro Rusty può stare in sala con loro, perché all’hotel Ancora c’è una veranda, separata dalla sala da pranzo ufficiale, dove gli amici a quattro zampe possono beatamente stare con i padroni durante i pasti.

Insomma che dire: si tratta di un mondo fatto di relazioni, comodità, premure e spensieratezza.
La famiglia è amata e assolutamente di casa, all’hotel Ancora!

Richiedi Informazioni

      accetto la privacy policy